Tinala

Musica e parole di qua e di la' dell' Atlantico

Dagli Appenini ai Caraibi, passando per la Penisola Iberica, facendo sosta nelle coste africane, camminando per le Ande giù fino in Patagonia, e di ritorno al Mediterraneo, fino in fondo al monte Ararat. La musica non ha frontiere, gli strumenti musicali si adattano, le lingue si mescolano, le storie, e la Storia s'intrecciano.

La salsa non è un ritmo, né uno stile, non è nemmeno un genere musicale come il son, il mambo o la rumba. Per alcuni è espressione musicale di un ambiente sociale emarginato, per altri è un modo aperto di fondersi e fare musica caraibica da una prospettiva newyorkese, un’improvvisazione su basi e g...

Dom lom e rom sono tutti e tre alcuni dei nomi delle comunità romanés sparse fra il nord dell’India e l’Europa: in Azerbaigian, Armenia, Persia, Libano o Egitto. Ci accompagnano in questo viaggio attraverso il jazz e il mughan azeri o la danza ghawazi vari strumenti di corda: il tar, il buzuq e...

Gli occhi scuri sono quelli più diffusi in tutto il mondo e in molte popolazioni gli occhi scuri sono l'unica colorazione dell'iride osservabile. Anche se gli occhi neri sono una vera rarità, e in realtà è il marrone scuro il colore dominante nella specie umana, la musica, specialmente quella in spa...

In Messico, a cavallo fra le lotte studentesche, il Woodstock messicano, le olimpiadi del 68 e la violenza istituzionale della guerra sporca. Per non dimenticare né perdonare i massacri di Tlatelolco del 68, dell'Halconazo del 71 e i desaparecidos di Ayotzinapa. Ricordiamo anche il grande musicista...

I popoli romanì sono stati vittime di genocidio e persecuzioni durante 600 anni in Europa. L'ultimo e più conosciuto intento di genocidio è il porrajmos o samudaripen durante la Seconda Guerra Mondiale, ma nella Spagna dell'Ottocento ci fu un primo intento deliberato di sistematico sterminio, L...

Si potrebbe dire che la storia del capitalismo si può leggere attraverso la storia dello zucchero. Da elitista ed esotico il consumo dello zucchero, droga performativa e motore occulto delle rivoluzioni industriali europee, divenne massivo nel secolo XIX.

Come scriveva il botanico Bernardin de Sai...

Fra il Cinquecento e il Seicento, quando a Roma c'erano circa 60.000 abitanti, la popolazione nera nel Regno di Spagna era di circa 80.000 persone, principalmente nelle grosse città di Andalusia. La memoria di quella presenza di quella parte degli abitanti è stata rimossa nella Spagna dell'ultimo se...

Il Perù non è solo Ande. La tratta atlantica degli schiavi è forse la maggior tragedia della storia umana, decine di milioni di africani furono strappati dai loro territori per essere trasportati di forza nell’America, anche in Perù, dove il lascito delle culture africane, come quella mandingo, ass...

Un viaggio per la musica e la storia dei Llanos colombo-venezuelanos. Partiamo dalla Penisola Italica, nella amara terra dei butteri.

  • DISCO 1 Karakuri Big Band - Partire partirò
  • Sfondo 1 Autore sconosciuto - Pajarillo instrumental (golpe tocuyano tradizionale)
  • Sfondo 2 Arnulfo Briceño - Ay mi...

C’è una foto scattata nel 1927 che ritratta un gruppo di giovani molto seri che diventaranno voci fondamentali della scena poetica e sociale spagnola. La Generación del 27.

Cantautori e gruppi di generi diversi danno voce a questi poeti, maledetti e censurati per molti anni in Spagna. Un contrib...